MASTER IN MEDIAZIONE FAMILIARE – 3^ Edizione adeguato agli standard definiti dal Forum Europeo di Formazione e Ricerca in Mediazione Familiare

Chi è il mediatore familiare
Il mediatore familiare è una nuova figura professionale che si rivolge, in modo specifico, alle coppie ed il suo intervento è finalizzato a riorganizzare le relazioni familiari in presenza di una volontà di separazione e/o di divorzio. Obiettivo principale della mediazione familiare è, infatti, il raggiungimento della cogenitorialità (o bigenitorialità) ovvero la salvaguardia della responsabilità genitoriale individuale nei confronti dei figli, in special modo se minori. In questa prospettiva, la mediazione familiare si caratterizza come un’area professionale, nella quale convergono conoscenze proprie alla sociologia, alla psicologia e alla giurisprudenza finalizzate all'utilizzo di tecniche specifiche quali quelle della mediazione e della negoziazione del conflitto.
Il mediatore familiare è un “terzo imparziale” rispetto alla coppia che ha la funzione di sostenere la coppia stessa durante la fase della separazione e del divorzio. E’ all'interno di questo spazio neutrale che il mediatore familiare si propone come una risorsa specifica, alternativa al sistema giudiziario, volta a favorire la negoziazione di tutte quelle questioni relative alla separazione o al divorzio. La coppia diventa, in questo modo, protagonista nella gestione del conflitto ed indirizza le proprie risorse per trovare un dialogo il più possibile funzionale ai cambiamenti che si prospettano per tutta la famiglia. Con l’aiuto del mediatore la coppia può raggiungere gli obiettivi definiti, al di fuori del sistema giudiziario.

Finalità ed obiettivi formativi del corso
Il Master in mediazione familiare intende fornire gli strumenti operativi per poter gestire, in maniera efficace, l’incontro e l’intervento professionale rivolto ai partner/genitori o alle famiglie che vivono una situazione di disagio legata alla scelta della separazione. I partecipanti al corso potranno sviluppare, infatti, delle specifiche competenze nell’area della comunicazione efficace e della negoziazione del conflitto con particolare attenzione alla tutela dei minori.
L’obiettivo principale del Master è quello di formare, in base ai criteri definiti dal Forum Europeo di Formazione e Ricerca in Mediazione Familiare, operatori che siano in grado di utilizzare gli strumenti e le tecniche della mediazione familiare e di gestione dei conflitti, sia nel contesto pubblico sia in quello privato.

Il metodo di insegnamento
La metodologia di insegnamento che i docenti del master utilizzeranno terrà conto dei diversi stili di apprendimento dei partecipanti. Per sollecitare, infatti, la motivazione e la partecipazione attiva, le lezioni teoriche frontali saranno accompagnate dalle esercitazioni pratiche, dalle simulate, dai role-playing, dalla visione di video di sedute di mediazione, la supervisione sui casi presentati e dagli elaborati dei corsisti.

Sede del corso
Il corso si svolgerà a Foggia alla piazza Umberto Giordano, 37.

Struttura del corso
Il corso avrà una durata complessiva di 16 mesi e si articolerà in una serie di incontri mensili (sabato e domenica dalle ore 10:00 alle 19:00).  Agli incontri in aula si affiancheranno altri momenti di incontro per la supervisione dei casi presentati e per il tirocinio.
Dopo il superamento dell’esame finale, saranno rilasciati l’attestato di partecipazione ed il certificato di formazione con indicazione dei vari riconoscimenti e accreditamenti.

Docenti
Tra i docenti del corso vi sono formatori, di rilevanza nazionale ed internazionale, altamente specializzati nel campo giuridico, psicologico, sociologico, ed in quelli della comunicazione efficace, della mediazione e del counseling.

Il Master è rivolto a
Laureati in Psicologia, Discipline giuridiche, Sociologia, Filosofia, Scienze dell’educazione e Pedagogia, Assistenti ed Operatori sociali con diplomi riconosciuti.
Monte ore: 256 ore di formazione in aula e 80 ore di stage per complessive 336 ore.
Quota di partecipazione: la quota di partecipazione comprende: l’iscrizione; materiale didattico (fotocopie e dispense), la partecipazione all’esame finale, che avverrà alla presenza di un osservatore AIMEF (Associazione Italiana Mediatori Familiari) ed il rilascio dell’attestato finale.
La quota di partecipazione è di 2.500,00.

PROGRAMMA DEL PERCORSO FORMATIVO
Struttura didattica

AREA 1
Elementi di diritto di famiglia
Storia del diritto di famiglia
La separazione nel diritto: le procedure e la legislazione
Separazione, divorzio e affido
Il ruolo dell’avvocato nella mediazione
Il ruolo del giudice nella mediazione
Il Consulente Tecnico d’Ufficio
Il Consulente Tecnico di Parte
l Tribunale per i Minorenni
La divisione dei beni e delle proprietà comuni
Il mantenimento

AREA 2
Storia, presupposti e modelli della Mediazione
I principi e gli obiettivi della Mediazione
Psicologia della Mediazione
Le competenze comunicative del mediatore
Il ruolo e le qualità del Mediatore
Tipologie di Mediazione: facilitativa, valutativa, trasformativa, terapeutica,  penale, integrata
Codice etico e deontologico del Mediatore
Tecniche di base della Mediazione e Counseling
Tecniche avanzate della Mediazione e Counseling
La mediazione nei casi complessi, tecniche, strategie e modalità d’intervento
Gestione delle situazioni sanabili e di quelle non sanabili
L’intervento del Mediatore nei casi di abuso e maltrattamento
Il conflitto: dinamiche e strategie di intervento
Ruolo dei Servizi Sociali
L’esito del conflitto e della separazione sui figli
La gestione dei compiti educativi
Modalità e strategie della negoziazione
Analisi della domanda e valutazione del cliente
Analisi del processo di mediazione
Il contratto: la gestione degli incontri e della relazione con il cliente
Counseling, mediazione e terapia: differenze e confini
La stesura dell’accordo di separazione
Come strutturare l’attività di Mediatore

AREA 3
Psicologia dell’infanzia e dell’adolescenza
Psicologia della personalità
Psicologia della coppia
Dinamiche di coppia e familiari: tecniche di analisi e di valutazione
Sociologia della famiglia
I ruoli della famiglia
La gestione delle emozioni
I processi di base della comunicazione
I principi epistemologi della comunicazione
Tecniche e strategie efficaci di comunicazione
La Programmazione Neuro-Linguistica (PNL)
I sistemi rappresentazionali (VAKOG)
L’ascolto attivo e il rapporto empatico positivo (REP)
Calibrazione, rispecchiamento, ricalco e guida
Il linguaggio di precisione
Lettura del linguaggio verbale e non verbale
Leggere la sintonia e l’incongruenze nella coppia
I livelli logici
Metaprogrammi
Strutturare un obiettivo ben formato: dallo stato problema allo stato desiderato
Le metafore nel linguaggio
Metafore, negoziazione e problem solving

N.B
Le lezioni teoriche frontali saranno accompagnate da esercitazioni pratiche, da simulate, da role-playing, dalla visione di video di sedute di mediazione, dalla presentazione e supervisione di casi.
 

AREA 4
Tirocinio

Strutture convenzionate: ASL di Foggia; Ufficio di mediazione civile e penale del Comune di Foggia. I suddetti centri hanno verbalmente espresso la loro disponibilità ad avviare le pratiche di convenzione che sono in fase di definizione.


La Logos è disposta a stabilire convenzioni con Enti o strutture suggerite dai corsisti, rispetto alle quali si impegna a svolgere una preliminare attività di verifica sul servizio di mediazione offerto.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.<br/>
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Cliccando sul pulsante Accetto acconsenti all’uso dei cookie.